lunedì 22 ottobre 2012

Orecchiette alla crudaiola gratinate

Quando eravamo fidanzati una delle nostre mete preferite per le vacanze era la Puglia: posti splendidi, mare splendido, persone splendide per non parlare del cibo! Quest'anno dopo tanto siamo ripartiti... Per una vacanza indimenticabile nel Salento...
Questo primo piatto è una rivisitazione delle orecchiette alla crudaiola: orecchiette condite con pomodorini freschi (insaporiti con aglio) e tanto cacioricotta. Un piatto semplicissimo e freschissimo che ho mangiato la prima volta a Vieste in una locanda che aveva sistemato i suoi tavolini su una scalinata... Date le temperature, non proprio estive, le ho rifatte gratinandole al forno. 
Orecchiette alla crudaiola gratinate
Ingredienti per 4 persone:  
  • 500 gr di orecchiette integrali
  • 400 gr di pomodorini
  • 160 gr di cacioricotta stagionato
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • sale  
Lavate i pomodori, tagliateli a pezzi e metteteli in una ciotola con lo spicchio d'aglio schiacciato, conditeli con l'olio, salateli e fateli riposare almeno una mezz'ora. Nel frattempo tagliate il cacioricotta a scaglie. Cuocete le orecchiette in abbondante acqua salata e scolatele tre minuti prima del termine, conditele con i pomodorini (avendo cura di togliere lo spicchio di aglio) ed il cacioricotta, tenendone un pochino da parte. Trasferite il tutto in una teglia leggermente unta di olio, spolverizzate con le rimanenti scaglie di cacioricotta ed infornate nel forno già caldo a 180° per 8 minuti circa. Bon appétit!
Con questa ricetta partecipo al contest "Travel food" di  Olga

6 commenti:

  1. Le devo assolutamente fare... vado alla ricerca del cacioricotta... ritormero' vittoriosa e felice di poter provare a preparare e commentare nuovamente questa ricetta!
    un abbraccio e buona giornata
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non lo trovi, puoi sostituirlo con ricotta dura o salata (forse ti è anche più semplice trovarla!). Un Bacione e buona giornata,
      Sarah

      Elimina
  2. Provata anche questa...senza però passarla in forno perché ho deciso di farla l'unico giorno di caldo afoso che c'è stato finora!!! Il piatto giusto per prepararci alle vacanze in salento che si avvicinano :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò io preferisco la versione originale (non ripassata in forno)... C'è un posticino anche per me e 2 piccoli nanerottoli? Un bacione

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...