martedì 26 giugno 2012

MTC 3.2 ~ Scaloppine di pollo con fiori di purée di patate al limone

Vi presento la mia seconda ricetta per questo MTC e vi faccio una confessione... La mia idea prevedeva sì una scaloppina di pollo al limone, ma... un contorno completamente diverso! Ehm, diciamo che il contorno ha subìto una 'insignificante' mutazione in cottura. La scaloppina, invece, seguendo le dettagliatissime istruzioni di Elisa è uscita meravigliosamente anche questa volta!
Avrei voluto accompagnare le mie scaloppine con le buonissime patate al limone che fa il mio papà, ma non avevo intenzione di accendere il forno e così ho pensato di farle lo stesso, ma in un tegame. Ho fatto i conti, però, senza la mia principessa che (secondo la notissima legge di Murphy) si è svegliata un'ora prima del previsto con tanto di pianto disperato (cosa che non fa mai!). Praticamente per correre dalla piccola ho lasciato le patate sul fuoco e le ho ritrovate un pò (vabbè completamente...) sfatte!!! E allora niente cubetti di patate al limone, ma una specie di purée che mi ha sorpreso per la sua bontà.

Scaloppine di pollo con fiori di purée di patate al limone
Ingredienti per 2 persone:
  • 500 gr di patate 
  • 4 fettine di pollo da 50 gr l'una
  • 3 cucchiai di farina
  • 2 limoni
  • 1 dl di brodo di pollo
  • burro (meglio se chiarificato)
  • rosmarino
  • erba pepe
  • sale
Lavate le patate, pelatele e tagliatele a cubetti, cuocetele in abbondante acqua salata bollente per una ventina di minuti o comunque fino a che non risultino morbidissime. Scolatele e mettetele in padella con un pò di olio, il rosmarino e l'erba pepe (secondo il vostro gusto) e la scorza grattugiata di un limone. Aggiustate di sale e fatele asciugare un pò sul fuoco schiacciandole; quindi bagnatele con il succo del limone, mescolate con cura e fate cuocere ancora un paio di minuti. Nel frattempo mescolate la farina con la scorza grattugiata del limone rimasto. Con un batticarne battete le fettine di pollo e infarinatele. In una padella (possibilmente non antiaderente) fate scaldare un pezzo di burro e rosolate le scaloppine, a fuoco vivace, da entrambi i lati. Salate (attenzione è importante salare dopo la rosolatura perchè, altrimenti, il sale tende a disidratare la carne), insaporite con un pò di pepe e sistemate le scaloppine su un piatto da tenere da parte. Deglassate il fondo di cottura con il succo del limone, lasciate evaporare leggermente e unite il brodo (il fondo di cucina). Fate bollire per qualche minuto, in modo da restringere la salsa, quindi aggiungete una noce di burro ed emulsionate il tutto ruotando la padella. Rimettete le scaloppine in padella per un minuto appena (giusto per dare il tempo alla salsa di rivestirle per bene!). Servite le scaloppine con la salsina e la purée di patate ritagliata con le formine e... bon appétit! 
Con questa ricetta partecipo all'MTC di giugno

13 commenti:

  1. Spesso dagli errori si scoprono nuove strade!!!
    Questa scaloppina dice mangiami!

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Loredana! A volte vorrei avere una telecamerina per farvi vedere quello che è successo... :)
      Buona giornata
      Sarah

      Elimina
  2. Beh mi sembrano buonissime! Anche se l'idea era un altra il risultato e' ottimo!

    RispondiElimina
  3. Ciao! Che bella ricetta ;)
    Passa a trovarmi sul mio blog ..
    http://duecuorieunapadella.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più tardi mi faccio un giretto da te...

      Elimina
  4. Abbiamo il pollo, delle patatine novelle, i limoni non trattati e potrei anche accendere il forno...
    Ecco la cena di stasera!
    Un bacio grande
    M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se non hai voglia di accendere il forno questo simil purée è fantastico col suo saporino di limone!!!

      Elimina
  5. Sarah, ma grazie!!! e benvenuta nel club delle figlie (femmine) che quando decidono di reclamare attenzione, non vogliono sentire ragioni. anzi, tanto per darti un po' di conforto, dall'alto della mia esperienza :-) di madre di adolescente: può solo peggiorare. io son passata al purè di busta, fa' un po' tu ;-)
    Scherzi a parte, il contorno non inficia la bellezza di questa scaloppina: si vede che ti è riuscita alla perfezione, perchè la salsa è densa al punto giusto e vela la carne in maniera corretta. e non dubito neppure io che il contorno sia stato buono ugualmente!
    Grazie ancora
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, sei sempre gentilissima... Per quanto riguarda la figlia: ha solo 4 mesi (ho ancora un pò di tempo prima del peggioramento!!!), ma è vero se vuole attenzione non sente ragione e stasera me ne ha fatto una bella dimostrazione...

      Elimina
  6. A volte dagli errori nascono delle splendide ricette e mi sembra che questo sia proprio uno di questi casi: un contorno profumatissimo per una scaloppina altrettanto profumata. Brava! :) Anche per aver salvato una preparazione dalla distrazione (in cucina) che genera un figlio urlante...ahhh come ti capisco! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che diventerò un'esperta in fatto di salvataggi! Stasera mentre preparavo la cena una si lagnava (povera! Penso fosse per il caldo!) l'altro voleva stare con me 'inbaccio'... HEEELP!!!

      Elimina
  7. posso dirlo? le mie ricette più buone sono nate da errori ^_-
    la prossima vv vengo da te e mi fai questo piattino ci stai?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...