venerdì 25 settembre 2015

MTC n. 50 ~ Croissants au beurre

Ci voleva la cinquantesima sfida dell'MTChallenge per farmi superare lo scoglio della pasta sfoglia... Una preparazione che ho sempre guardato con timore reverenziale e che non ho mai avuto il coraggio di affrontare! Tanto era il timore che mi sono ridotta all'ultimo per preparare i primi croissants della mia vita! Non appena letta la ricetta proposta da Lou mi ero immaginata il mio croissant con una deliziosa ganache al pistacchio, poi ho ripensato alle mie colazioni francesi e mi sono detta che il mio primo croissant doveva essere semplice senza nessuna crema o ganache... E così mi sono messa a studiare: il post di Lou, i croissants di Felder ed i video che ci ha consigliato Lou... Ho letto e riletto, guardato i video all'infinito e finalmente martedì sera mi sono buttata! La preparazione è abbastanza lunga e nella mia cucina si è trasformata in una storia infinita! Tra bimbi da accompagnare e riprendere a scuola, poppate, pappine e compagnia bella i miei croissants ci hanno messo 2 giorni e mezzo a nascere... Ma che soddisfazione! Al primo morso sono stata catapultata indietro nel tempo nella boulangerie di fronte casa di mia zia a Parigi... Un po' come Anton Ego in Ratatouille. Meravigliosa ricetta quella di Lou e preparazione da fare e rifare perché i croissants sono una cosa a cui non saprei rinunciare... La preparazione è per 12 croissants io li ho fatti più piccoli, ma non ricordo le dimensioni dei triangoli che ho fatto (ero troppo presa a sbrigarmi prima che uno dei tre cuccioli richiedesse la mia attenzione!) per cui vi riporto fedelmente le indicazioni di Lou... E adesso armatevi di tanta pazienza e preparate i croissants più buoni del mondo!
Croissants au beurre
Ingredienti per 12 croissants:
Per il pastello:
  • 400 g di farina 00 W 330 (io ho trovato quella Molino Rossetto, in mancanza va bene anche una W 350)
  • 220 ml di latte 
  • 40 g di burro a temperatura ambiente (deve avere una percentuale di grassi pari o maggiore all'82%, ideale il bavarese io ho trovato il Lurpak)
  • 30 g di zucchero
  • 9 g di sale
  • 4 g di aceto di vino bianco
  • 4 g di lievito di birra disidratato (io ho usato Mastro Fornaio di Paneangeli)
Per la sfogliatura:
  • 200 g di burro (deve avere una percentuale di grassi pari o maggiore all'82%, ideale il bavarese io ho trovato il Lurpak)
Prima di tutto preparate il pastello: setacciate la farina con il lievito di birra e mettete da parte. In una ciotola sciogliete lo zucchero ed il sale con il latte e l'aceto. Aggiungete il burro alla farina, quindi gli ingredienti liquidi e mescolate fino ad ottenere un impasto grezzo. L'impasto va lavorato pochissimo, in modo da evitare di sviluppare la maglia glutinica. Il rischio è quello di ritrovarsi con un impasto troppo forte che si strappa durante la fase della sfogliatura. Con l'impasto formate un quadrato avvolgetelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare in frigo per almeno 6 ore. Se notate che l'impasto lievita dopo un paio d'ore sgonfiatelo. Poco prima di tirare il pastello preparate il panetto di burro: schiacciandolo tra due fogli di carta da forno come mostrato nel video, quindi rimettetelo in frigo mentre vi occupate del pastello. Stendete l'impasto a circa 6 mm di spessore facendo in modo che sia largo poco più del panetto di burro e alto il doppio. Mettete il burro su una metà e richiudetelo con l'altro lembo, fate uscire eventuali bolle d'aria e procedete alla stesura come nel video. Mettete la piega alla vostra destra e con il matterello schiacciate prima di tutto il bordo superiore ed il bordo inferiore del panetto, quindi schiacciate procedendo sempre nello stesso verso. Piano piano il panetto si allungherà e lo potrete stendere normalmente procedendo, però, sempre nello stesso verso. Quindi procedete con la piega a tre: dividete idealmente l'impasto in tre parti uguali e piegate prima un lato e poi l'altro. Avvolgete l'impasto in pellicola alimentare e fatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. Riprendete l'impasto mettete la piega alla vostra destra e procedete nello stesso modo di prima, tiratelo ad una lunghezza corrispondente a tre volte il lato corto e fate nuovamente una piega a tre, avvolgetelo di nuovo in pellicola alimentare e fatelo riposare in frigo altri 30 minuti. Ripetete il tutto una terza volta e fate riposare in frigo per altri 30 minuti (se fa eccessivamente caldo fate riposare 15 minuti in frigorifero e 15 minuti in freezer). Fuori dal frigo dividete l'impasto in due e stendete le due porzioni ad una dimensione di 26 x 34 cm ed uno spessore di 3/4 mm ciascuna. Il piano di lavoro deve essere leggermente infarinato. Sbattete  l'impasto sul piano di lavoro  due volte per favorire la sfogliatura, dopodiché con un coltello molto affilato tagliate dei triangoli che abbiano una base di 11 cm. Fate riposare i triangoli in frigorifero per 20 minuti, quindi procedete alla formatura. Stirate leggermente la punta dei triangoli, fate una piccola incisione in mezzo alla base e arrotolate con delicatezza i lembi senza premere né stringere troppo l'impasto. Mettete i croissant su una teglia foderata con carta forno avendo cura di mettere la punta sotto. Se fate i croissants la sera per il mattino lasciateli lievitare sulla teglia per un'ora coperti con pellicola alimentare, quindi metteteli in frigo per tutta la notte, altrimenti saltate questo passaggio. La mattina tirateli fuori dal frigo almeno due ore prima della cottura e spennellateli con l'uovo (precedentemente sbattuto e passato attraverso un colino a maglia fitta) muovendo il pennello dal centro del croissant verso l'esterno per evitare che l'uovo faccia attaccare gli strati della sfoglia e copriteli con la pellicola. Lasciateli lievitare a temperatura ambiente almeno due ore, sono pronti quando tremano tipo budino quando la teglia viene scossa leggermente. Spennellate di nuovo i croissants con l'uovo sbattuto quindi infornateli nel forno preriscaldato a 220° per cinque minuti. Cuocete per circa 10 minuti dopodiché abbassate la temperatura a 200° e cuocete per altri 10 minuti o finché sono ben dorati. Fateli raffreddare su una gratella quindi... Bonjour et bon appétit!

I video consigliati da Lou:
- Come fare i croissants secondo Vincent Talleu
- Questo per vedere come stendere l'impasto
- Questo (il mio preferito) per le pieghe

Uno schema molto utile di Dani - pensacuoca...

Con questa ricetta partecipo alla sfida n. 50 dell'MTC
27.09.2015 Vi aggiungo due foto fatte di giorno... 

13 commenti:

  1. Belli...belli...belli! Guarda come ti si sono sfogliati bene. 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulietta! Per me è stata una soddisfazione immensa!

      Elimina
  2. Che buoni, sanno di croissant francesi, ne sento quasi l'odore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già in astinenza... Da rifare!!!

      Elimina
  3. Di notte o di giorno questi sono sempre super convincenti e protagonisti di attimi di puro piacere!!!:))

    RispondiElimina
  4. Ma guarda che bei croissants!
    Ho voglia di rubarne uno per pucciarlo nel latte!
    Sei stata bravissima!
    In bocca al lupo per la sfida :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luisa grazie a te! Non avrei mai provato a fare i miei adorati croissants senza la tua sfida... E questo fine settimana si replica!!!

      Elimina
  5. Come ne gradirei uno adesso ..................... sono bellissimi
    un croissant che crea dipendenza .................... devo resistere qualche giorno almeno
    ma assaporarne uno appena sfornato nella cucina ancora inebriata di profumo è un momento magico

    buona giornata
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un momento di pura poesia... Buona giornata anche a te!

      Elimina
  6. Sono bellissimi Sarah, sei stata bravissima!
    questi croissant sono un piacere per la vista!

    RispondiElimina
  7. Hai osato! Che belli, che fame! Bacio M

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...