sabato 4 ottobre 2014

Moelleux au chocolat et framboises de Pierre Hermé

Oggi è un giorno speciale: è il compleanno di maritozzo e per festeggiare ci vuole un dolce speciale! Questo dolce non è certo leggero (anzi!), ma ogni tanto una coccola cioccolatosa è d'obbligo. La ricetta è di Pierre Hermé: ricetta appuntata frettolosamente guardando l'ennesima trasmissione di cucina. Appuntata talmente frettolosamente da non aver segnato più della metà del procedimento, quindi sono andata di testa mia, ma vi garantisco che il risultato è eccellente! 
Moelleux au chocolat et framboises de Pierre Hermé
Ingredienti per uno stampo di 24 cm di diametro:
Per il dolce:
  • 250 g di burro
  • 250 g di cioccolato fondente
  • 200 g di zucchero
  • 125 g di lamponi
  • 70 g di farina
  • 4 uova grandi a temperatura ambiente 
Per la finitura:
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 10 cl di panna fresca (crème fraîche nella ricetta originale)
  • qualche lampone per decorare (facoltativo)
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato con il burro, trasferite il composto in un'altro recipiente quindi aggiungete lo zucchero mescolando con cura. Quando il composto si è raffreddato (se lo avete trasferito dalla pentola ad un altro recipiente ci vuole davvero poco) aggiungete le uova una alla volta e montate bene con le fruste ogni volta. Alla fine dovrete ottenere un bell'impasto spumoso, per ultimo aggiungete la farina setacciata e mescolate con cura a bassa velocità. Una volta incorporata tutta la farina trasferite metà dell'impasto nella tortiera, imburrata ed infarinata, versate i lamponi, quindi ricoprite con l'impasto rimasto. Cuocere nel forno, preriscaldato a 180°, per 30 minuti, lasciate stiepidire prima di sformare quindi fate raffreddare completamente il dolce. Nel frattempo preparate la copertura facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro e la panna. Ricoprite il dolce con questa glassa e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Decorate con qualche lampone e servite, bon appétit!

Note mie:
- Il moelleux è un dolce molto umido, quindi con la famosa prova stecchino lo stecchino non uscirà asciutto. Dopo 30 minuti, però, il mio dolce non era ancora cotto (non so se è il mio forno che comincia a perdere colpi o io che ho appuntato male il tempo di cottura). L'ho lasciato altri 10 minuti, coprendo la teglia con un foglio di alluminio, ed era perfetto. 
- Le dosi necessarie per la finitura, sono eccessive: le ho dimezzate e sono più che sufficienti a coprire interamente il dolce. 

1 commento:

  1. Da fare a s s o l u t a m e n t e!
    BaciM

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...