venerdì 22 marzo 2013

La mia prima Fideuà e una promessa! ~ Fideuà con scampi, seppie e salsa allo yogurt

L'MT Challenge, mi entusiasma sempre di più... Ogni volta di più e ogni volta è una sorpresa, una scoperta, una ricetta talmente speciale che entra a far parte di me e della mia cucina... Come la Fideuà di Mai... Fino al 5 marzo non sapevo neanche della sua esistenza, ma questo è il bello dell'emmetichallenge: ogni volta si impara qualcosa di nuovo!
Questa è la mia prima Fideuà (ma vi anticipo che già un'altra è stata preparata e letteralmente spazzolata anche dal piccolo chef!), l'ho adorata, anche se la salsa che ho fatto per accompagnarla mi ha un pò deluso non so se per la stranezza di avere della salsa in cui pucciare della pasta o perchè troppo banale rispetto alla protagonista (davvero unica!). A tavola è stato comunque un susseguirsi di "Mmmh!", "Mamma mia quanto è buona", "Buonissima!" e un "Sapeva di poco" (di mio marito che avrebbe volentieri fatto il tris!!!). Insomma anche con una salsina un pò nì la fideuà ci ha conquistato tutti e visto che il mio papà (che adora il pesce) non ha potuto assaggiarla gli prometto che appena tornerà avrà il suo bel piattone fumante di fideuà ad aspettarlo!
Fideuà con scampi, seppie e salsa allo yogurt
Ingredienti per 4 persone: 
Per la fideuà:

  • 400 gr di spaghettini spezzettati 2/3 cm (fideus nella ricetta originale)
  • 400 gr di scampi
  • 450 gr di seppie
  • 6 zucchine romanesche
  • 1 cucchiaio di semi di pepe rosa
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 0,5 dl di olio extravergine di oliva
  • sale  
Per il brodo:
  • 2 lt di acqua
  • 1 cipolla
  • 1 zucchina romanesca
  • sale
  • scarti degli scampi (teste e carapaci)
Per la salsa:
  • 125 gr di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di maionese
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
Pulite le seppie e tagliatele a listarelle, mettetele in una ciotola quindi pulite gli scampi. Sgusciateli e toglietegli la testa, la coda ed il filamento nero, metteteli nella ciotola con le seppie e aggiungete i grani di pepe rosa leggermente pestati, lo zenzero e l'olio. Mescolate con cura e lasciate marinare per un'oretta. Lavate anche le zucchine, grattugiatele con la grattugia a fori grossi e tenetele da parte. Ponete gli scarti degli scampi in una pentola capiente con l'acqua, la cipolla, sbucciata e tagliata in 4 pezzi, e la zucchina tagliata in 3 pezzi. Portate ad ebollizione e cuocete per 30/40 minuti. Nel frattempo preparate la salsa: in una terrina mescolate la maionese con lo yogurt e lo zenzero amalgamate con cura e mettetela da parte. Una volta pronto il brodo, schiumate (ossia togliete la schiuma che si sarà formata in superficie), quindi filtratelo e tentelo da parte in caldo. In un'ampia padella (o una paellera, se avete la fortuna di averla!) scaldate un filo di olio, versateci gli spaghetti e fateli tostare in modo omogeneo: devono assumere un colore marroncino (ma state attenti a non bruciarli!). Metteteli da parte, aggiungete un goccio di olio (io ho usato quello per la marinatura degli scampi) nella padella e cuocete gli scampi per pochissimi minuti, appena cambiano colore salate e metteteli da parte in caldo (io, come suggerito da Mai, ho usato un contenitore con coperchio e l'ho messo su una pentola piena di acqua calda). Se occorre, aggiungete un altro pò di olio (sempre quello della marinatura) nella padella e cuocete i calamari per 5 minuti a fuoco vivace, aggiungete un paio di mestoli di brodo e continuate la cottura per altri 10 minuti. Salate a fine cottura e metteteli nel contenitore con gli scampi. Fate attenzione alle diverse cotture il pesce fresco cuoce velocemente, ma aggiungete sempre abbastanza olio, perchè servirà anche per il soffritto. Pulite e tritate lo spicchio di aglio, fatelo dorare e aggiungete subito le zucchine e fatele cuocere per 5 minuti (se necessario aggiungete un pò di brodo). Quando il soffritto di base, si sarà un pò addensato versate il brodo necessario a coprire appena la pasta quando andrete a buttarla (regolatevi in base alla vostra padella, ma meglio metterne un pò di meno che un pò di più con il rischio di avere una fideuà troppo brodosa). Quando il brodo comincerà a sobollire, aggiungete la pasta e disponetela in maniera omogenea. Per questo passaggio dovete regolarvi in base ai tempi di cottura della pasta che avete a disposizione. I miei spaghettini cuocevano in 11 minuti, quindi dopo i primi 4 minuti aggiungete gli scampi e le seppie, amalgamate con cura e cuocete per i restanti 7 minuti. Se necessario aggiustate di sale. Servite la fideuà con la salsa preparata in precedenza e... Bon appétit!
Con questa ricetta partecipo all'emmetichallenge di marzo
Ho un pò esagerato con le foto... ma era per rendere giustizia alla fotografa: mia sorella Elisa...

15 commenti:

  1. Anche io non conoscevo questo piatto, ma la tua descrizione entusiastica mi ha fatto venire voglia di provarlo!!Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica, devi provarla assolutamente... E' davvero una bontà unica!

      Elimina
  2. Posto che ce ne sia il bisogno (l'mtchallenge è un gran divertimento, principalmente per noi), post come il tuo sono la ricompensa dell'impegno necessario, ogni volta, a far ripartire gli ingranaggi del gioco: non sai quanto ci faccia piacere avere riscontri del genere, che riguardano sia la sfida in sé, che la ricetta su cui verte la gara. Senza contare che se sei così entusiasta del piatto, questo significa che lo hai realizzato bene- sia nei fondamentali, che nelle variazioni. Condivido le tue perplessità sulla salsa allo yogurt: in questi casi, bisogna osare. Però, diciamocelo: se non ci fosse stata una signora fideuà, forse neanche te ne saresti accorta, della salsa un po' "appannata": per cui, prenditi questi meritatissimi complimenti :-), girli anche alla fotografa (bravissima) e grazie ancora per l'entusiasmo che ci metti, ogni volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, anche i tuoi complimenti sono sempre una gran bella ricompensa! ;) E, per quanto riguarda la salsa, mi sono riscattata con la seconda fideuà... Un abbraccio,
      Sarah

      Elimina
  3. Ma sai che volevo provare una salsa allo yogurt anche io... ma se dici che un nì... In ogni caso la fiderà mi pare strepitosa e si può fare a meno della salsa se non è per l'MTC... Io penso che adotterò la preparazione per molte e tanti varianti ancora! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania a me non ha convinto molto... Ma forse era la fideuà che era troppo buona! ;)

      Elimina
  4. Bellissima la tua fideuà, in più fotografata ancora fumante! la salsina da abbinare spaventava anche me, la tua salsa sulla carta mi sembra ottima, con lo yogurt ad alleggerire la maionese e lo zenzero per dare quella nota di sapore in più.. comunque penso che siano tutte questioni di gusti.
    bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Francesca!!! La salsa non era male, non mi è piaciuta molto abbinata alla fideuà: le mancava qualcosa... Questo, però, non le ha impedito di essere spazzolata insieme alla fideuà! ;)

      Elimina
  5. Ecco fino al 5 marzo non eri l'unica a disconoscere l'esistenza di un piatto così favoloso, io lo rifarò spesso perché dà grandi soddisfazioni, baci Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dà enormi soddisfazioni! E anch'io la rifarò spesso... ;) Baci!

      Elimina
  6. E ancora più felicità per questa poveretta e "vecchietta me" che dopo un compleanno pieno di emozioni, vado avanti ad entusiasmarmi a ogni vostro post fideuoso!
    E viva che vi è piaciuta e viva che mi piace pure a me con tutto quel bel fumino che s'intravede dalla foto e da quelle zucchine romanesche che legano il piatto!
    La salsa mette sempre in suggestione, lo so, sopratutto se non si è abituato all'idea, ma come hai constatato tu se la fideuà piace si ripette e allora vai più sicuro su quale salina ci stà meglio.
    Poi, a te non manca affatto l'imaginazione e non lo dico soltanto per il tocco dello zenzero!!!

    BRAVA!!

    (mi piacerebbe sapere cosa dirà tuo pappa il giorno che la rifai!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai, grazie! Grazie per le belle parole e grazie per la ricetta che ci hai regalato: la ADORO!
      Un abbraccio
      P.S. Ti farò sapere senz'altro cosa dirà il mio papà quando la farò per lui... ;)

      Elimina
  7. e meno male che ci pensi tu a papà che tornerà tutto smagrito dal suo soggiorno svizzero che qui' se ci riusciamo a fare due spaghi al pomodoro è tanto!
    baci
    manu e papà
    ps golosissima! peccato non averla spazzolata con voi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non appena siete tutti e due qui... Ce ne spazzoliamo una tutti insieme! Baci, soprattutto al nipotonzo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...